Il Souvenir perfetto: UN PEZZO D’ABRUZZO

Dopo circa tre millenni di insediamenti umani nella regione abruzzese si sono formate nel tempo delle importantissime tradizioni che riguardano le pratiche artigianali, diventate oggi addirittura un’arte riconosciuta a livello internazionale per la bravura dei suoi artefici, come ad esempio l’orafo Nicola da Guardiagrele che visse nel Rinascimento oppure gli artisti della maiolica di Castelli, le cui creazioni si possono addirittura visitare al British Museum e all’Hermitage.

Ogni cosa prende forma sotto l’operato attento e accurato degli artigiani della regione, i quali riescono a trasformare semplici elementi naturali e ambientali in attrezzi lavorativi, arnesi, ornamenti e varie altre cose.

Dalla maiolica alle strutture metalliche, da materiali lignei alla lana e alla pietra, in Abruzzo vengono creati oggetti che spiccano per l’originalità e naturalmente per la bravura dei loro artisti, che sin dai tempi più antichi hanno perfezionato questa tradizione artigianale e l’hanno trasmessa ai loro eredi fino ai giorni nostri.

In qualunque settore si lavori, infatti, elementi tradizionali e storici camminano sempre di pari passo per indicare il modo di operare più valido, e questo vale per qualsiasi lavoratore che dimora e svolge il suo operato in Abruzzo, sia che esso lavori l’oro, la ceramica, il legno, la lana, il rame o la pietra.rossa_4.jpg

Per quanto riguarda la lavorazione dei tessuti spicca per importanza quella della lana, di cui la regione è ricca, e che ricopre un posto decisamente alto nel commercio abruzzese. Conosciute a livello nazionale, le tarante, cioè le variopinte coperte prodotte a Taranta Peligna, sono lavorate anche ai giorni nostri secondo la vecchia tradizione.

L’arte tessile che ha dato origine a questa particolare coperta ha una storia antica che affonda nel Medioevo ed è legata alla vita delle popolazioni montane che vivevano di pastorizia: mentre gli uomini stavano fuori per  lunghi periodi, le donne rimanevano in casa a tessere. La tessitura si sviluppò soprattutto a Taranta Peligna, piccolo paese situato nel parco della Majella, che godeva di una posizione privilegiata tra due importanti vie commerciali: il tratturo Magno dove transitavano le greggi,e la Via della Lana che univa Firenze e Napoli. Ma anche l’abbondanza delle materie prime necessarie ha giocato un ruolo importante: le sorgenti di acqua purissima, il legname, le piante tintorie sono indispensabili nel processo di colorazione della lana che doveva bollire dentro grandi recipienti con il mordente e le varie piante, ognuna scelta per la tonalità cromatica.
Già nel tardo Medioevo si hanno notizie di lanifici e il paese divenne presto un fiorente centro commerciale e tessile. Taranta Peligna divenne famosa in tutta Europa perché lì si realizzava il panno di lana nera infeltrita utilizzato per le mantelline dell’esercito borbonico, ma anche le ‘ferrandine’ stoffe pregiate di lana e seta per tappeti, arazzi, coperte.blu_3.jpg

Nell’Ottocento nasce la famosa coperta abruzzese pezzo indispensabile del corredo della sposa.

rossa_3.jpgDa qui l’idea di Nodi d’Autore di creare un piccolo tessuto in purissima lana d’Abruzzo, tinta e tessuta a mano, un souvenir d’amore carico di storia, amore e passione… in una piccola scatola… per info e prenotazioni nodidautore@gmail.com

20428083_10211812130271416_1123447877_n.jpg

 

 

 

 

Advertisements

2 thoughts on “Il Souvenir perfetto: UN PEZZO D’ABRUZZO

  1. Ciao, mi chiamo Tiziana e sono abruzzese, della provincia di Chieti, anche se vivo a Siena ormai da 32 anni…quanto mi manca l’Abruzzo!!!
    Per quanto riguarda le coperte, mia madre ne ha diverse anche perchè è originaria di Taranta Peligna dove c’era un lanificio e quando ero piccola ricordo che le donne del paese facevano le frange alle coperte e ho una foto di me (avevo circa 3/4 anni), che aiuto a fare le frange (ed ero anche brava!)
    mi fa molto piacere leggerti.
    ciao.
    Tiziana

    Like

    1. Grazie per il tuo contributo Tiziana, se hai modo fai una passeggiata a Castrovalva nel weekend… ci sarà un festival veramente interessante dedicato al artigianato abruzzese e alle arti

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s